Hotel Domus De Janas Sardegna
.: Escursioni
Itinerari sempre nuovi, escursioni sempre diverse, si snodano tra panorami mozzafiato immersi nella natura più selvaggia della Sardegna. Dal Parco dei Tacchi d'Ogliastra fin verso le pendici del massiccio del Gennargentu. Dal Supramonte di Baunei passando per l'imponente gola de Su Gorroppu fino a raggiungere la costa ogliastrina.


         



La Gola di Gorroppu (Urzulei) La gola di Gorropu offre una delle immagini più suggestive e singolari dell’isola. Le pareti della Codula Orbisi e la Gola del Gorropu, le montagne del Supramonte di Orgosolo e i nuraghi Mereu e Presenthu Tolu, formano un vero e proprio anfiteatro naturale diviso dalle acque del rio Flumineddu. Raggiunta la vallata, si ammirano i bellissimi e famosi laghetti e le irregolari paretidella gola, che lo scorrere veloce e continuo dell’acqua ha scolpito”. Grotte, cascate, fiumi gonfi sotto le piogge, laghetti, rocce animano un paesaggio irreale. All’ultimo laghetto, in fondo allo strapiombo ed all’interno dell’anfiteatro naturale , si può godere del paesaggio della macchia mediterranea, i fiori e le piante endemiche e la presenza di aquila reale e muflone. D’obbligo il fuoristrada e tra le altre meraviglie, uno degli esemplari di Tasso, 600 anni, Monumento Nazionale.


La Grotta di Su Marmuri (Ulassai) La grotta Su Marmuridi a Ulassai è una cavità calcarea sotterranea lunga 900 metri, a 890 mt. s.l.m.. Si accede attraverso un ingresso grandioso, imponente, ciclopico, 34 m. di profondità, una scalinata, 199 scalini comodi, porta in una parte bassa, che segna l’inizio del percorso. Incute rispetto, timore atavico perla sua maestosità. La luce naturale non filtra per lungo tratto, il resto è illuminato. Una miriade di vaschette, spesso colme d’acqua, gigantesche stalattiti, stalagmiti, canne di un organo, cactus di roccia, maestose concrezioni in spazi grandiosi, larghi saloni dalle volte altissime. Qui abitano piccoli coleotteri, e una colonia di pipistrelli. Intorno una natura generosa di boschi, sorgenti, cascate, tacchi, macchia mediterranea.


Scala San Giorgio (Osini) “Sulla parete del vasto tavolato calcareo del “taccu” si apre la Scala di S. Giorgio, una gola molto angusta delimitata da muraglie di natura calcarea e dolomitica e attraversata da una stretta stradina dal vicino abitato di Osini” Superato il valico si spalanca il “taccu”. La gola è il risultato di un insieme di fratture verticali delle masse rocciose e la fenditura sprofonda per circa 100 metri, detta “Sa Brecca ‘e Usala”. Grande suggestione la salita attraverso un viottolo, inframmezzato da scalini per raggiungere la sommità, da cui si ammira la Valle del rio Pardu.” L’origine del nome” Scala di S. Giorgio” è nella leggenda di S. Giorgio che aprì un varco tra le rocce per passare. La presenza di fenomeni carsici, le molte sorgenti, i boschi, orchidee, nuraghi, grotte, ovili rendono interessante il luogo.
. Prenota Ora!
Data d'arrivo  
 
Data di partenza  
 

 





. Dove siamo






Aparthotel Domus De Janas Sul Mare, Via della Torre 24, 08042, Bari Sardo
tel +39 0782 28081 - fax +39 0782 29361 - cel. +39 347 3791338 - info@domusdejanas.com
P.I. 00145360913

hotel booking engine, channel manager